Al via il Sostegno nazionale per l'Inclusione Attiva rivolto alle famiglie in disagio economico - Comune di Lugo

Skip to main content
 
 
Percorso: Home - Archivio News - Al via il Sostegno nazionale per l'Inclusione Attiva rivolto alle famiglie in disagio economico  

Al via il Sostegno nazionale per l'Inclusione Attiva rivolto alle famiglie in disagio economico

Sostenere le famiglie e aiutarle a superare la condizione di povertà, riconquistando gradatamente l'autonomia: è questo l'obiettivo del Sia , il Sostegno per l'Inclusione Attiva  , una misura di contrasto alla povertà introdotta dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali che prevede l'erogazione di un sussidio ai nuclei familiari in situazioni di disagio economico  .

 

Nel territorio della Bassa Romagna, coloro in possesso dei requisiti richiesti, possono già prendere un appuntamento per presentare la domanda presso lo sportello socio-educativo del Comune di residenza. Le domande andranno presentate su apposito modulo predisposto dall'Inps, a cui compete la verifica dei requisiti di legge.

 

Possono beneficiare del Sia le famiglie con Isee ordinario inferiore a 3.000 euro e nelle quali si verifichi una di queste condizioni: presenza di un minore, di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore, di una donna in stato di gravidanza accertato. Nessuno dei componenti del nucleo familiare deve essere beneficiario di assicurazioni sociali per l'impiego (NASpI) o di assegni di disoccupazione (Asdi), nessuno deve aver percepito nel mese antecedente la richiesta trattamenti economici, anche assistenziali, superiori ai 600 euro. Non si devono possedere autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la richiesta, o autoveicoli di cilindrata superiore ai 1300 cc, motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei tre anni antecedenti. Il richiedente deve risultare cittadino italiano o comunitario, oppure cittadino straniero in possesso di permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo o titolare di protezione internazionale residenti nel territorio dell'Unione europea e in Italia da almeno due anni.

Il contributo previsto è di 80 euro mensili per ogni componente del nucleo familiare, fino a un massimo di 400 euro per famiglia, e verrà erogato dall'Inps ogni bimestre attraverso la carta Sia  , ovvero una carta di pagamento elettronica accreditata da Poste italiane.

Per la concessione del beneficio occorre inoltre che il nucleo familiare del richiedente aderisca a un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa sostenuto da una rete integrata di interventi individuati dai servizi sociali dei Comuni.

 

Modulo domanda SIA (569kB - PDF)
 

Sportelli Sociali - Educativi

 

 

Per ulteriori informazioni si possono consultare i seguenti siti:

http://www.inps.it/

http://www.lavoro.gov.it/

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse