Concessione di stoccaggio San Potito e Cotignola: indagine vibrometrica preliminare - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Archivio News - Concessione di stoccaggio San Potito e Cotignola: indagine vibrometrica preliminare  

Concessione di stoccaggio San Potito e Cotignola: indagine vibrometrica preliminare

Giovedì 23 maggio, a partire dalle 11 , sarà possibile assistere ad un'indagine vibrometrica preliminare , propedeutica al rilievo geofisico che sarà svolto nelle prossime settimane nei Comuni di Bagnacavallo, Cotignola, Lugo e Sant'Agata sul Santerno. L'indagine, volta a verificare gli effetti delle attività di energizzazione, sarà effettuata all'interno di un fondo privato accessibile da via Montesa 7, nella località San Severo del Comune di Cotignola

A seguito della concessione governativa ottenuta con Decreto Ministeriale in data 24 Aprile 2009, dalla società Edison Stoccaggio S.pA., saranno effettuate indagini geofisiche di superficie con metodologie di studio non invasive che permettono la ricostruzione della conformazione geologica del sottosuolo. Tali indagini servono per capire quanto gas e in che modo possa essere stoccato nei giacimenti di San Potito e Cotignola e sono eseguite dalla ditta GEOTEC per conto della società Edison Stoccaggio S.p.A..

L’indagine geofisica di superfice 3D avrà una durata totale di circa quattro/cinque mesi, e si svilupperà in un’area di circa 110 chilometri quadrati, interamente nella provincia di Ravenna. L’intervento verrà compiuto per fasi successive di estensione pari a circa 25 chilometri quadrati.

Il rilievo si realizzerà attraverso la generazione di onde elastiche da una sorgente di energia posta in prossimità della superficie che verranno riflesse e registrate da appositi strumenti (geofoni).

La generazione di onde elastiche avverrà con l’impiego di autocarri dotati di piastra vibrante o con micro cariche poste al fondo di pozzetti di 10 cm di diametro con profondità massima di 15 metri, rispettando le distanze dagli edifici previste per legge.

Le sorgenti e i ricevitori verranno posizionati lungo allineamenti predefiniti perpendicolari gli uni agli altri. La distanza tra questi allineamenti sarà di circa 300 metri. I proprietari dei terreni interessati da questa attività verranno perciò contattati per concordare le modalità per la collocazione dei geofoni e il passaggio di eventuali autocarri o l'utilizzo delle micro cariche.

L'Ufficio Ambiti Produttivi, VIA ed Energia dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, gli Uffici URP e Lavori Pubblici dei Comuni interessati sono a disposizione dei cittadini, previo appuntamento, per fornire i chiarimenti richiesti e produrre eventuale documentazione cartografica delle zone di intervento.

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse