Inaugurazione della Scuola di Musica Malerbi - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Archivio News - Inaugurazione della Scuola di Musica Malerbi  

Inaugurazione della Scuola di Musica Malerbi

Scuola-di-Musica-Malerbi

Sabato 6 ottobre, alle ore 16 , si tiene l’inaugurazione ufficiale del Piano Nobile della Scuola di Musica Malerbi .

Saranno presenti il sindaco di Lugo Raffaele Cortesi , l’assessore alla cultura Marco Scardovi , il direttore del teatro Rossini Mauro Emiliani  e i collaboratori artistici, oltre che addetti alla gestione della scuola, Carlo Argelli  e Matteo Salerno .

“La scuola di musica Malerbi -precisa Marco Scardovi - ha, da sempre, rappresentato il punto di riferimento privilegiato per la conoscenza e la diffusione del linguaggio musicale nel territorio lughese. Il ritorno a Villa Malerbi, dopo il restauro dell'edificio, esalta il suo ruolo peculiare nell’ambito dell’articolazione delle istituzioni culturali del territorio. Il progetto generale di restauro mira a raggiungere due obiettivi: assicurare la conservazione del complesso monumentale e permettere la fruizione dell’edificio storico, mantenendone la destinazione a scuola di musica”.

“L’inaugurazione è anche il momento –ha precisato il sindaco Raffaele Cortesi  per ringraziare Tamara Penazzi, ex insegnante di violoncello e solfeggio, nonché figlia del M° Luigi Penazzi, direttore dell’Istituto dal 1930 al 1951, a cui viene dedicata l’aula di solfeggio, Eda Pratella che, grazie alla donazione fatta a suo tempo, ha contribuito all’arricchimento del patrimonio storico e documentario relativo alla vita culturale e musicale della nostra città. Inoltre vanno ricordati i direttori storici del Malerbi come Francesco Balilla Pratella (1910-1930) al quale è stata intitolata una strada, il Maestro Lugi Penazzi dal 1930 al 1951, pure a lui è stata titolata una sala, il M° Enzo Sarti (1952-1974) con la titolazione di una sala, Ermanno Ruzzi e Gianfranco Berardi direttore del Liceo Musicale pareggiato (1983-1993) e, infine, Lauro Malusi (titolata una sala), già insegnante di violoncello che, con grande passione e rigore scientifico, riordinò e catalogò il fondo musicale Malerbi. E’ anche grazie a questo lavoro che quei documenti potranno essere messi a disposizione della Fondazione Rossini di Pesaro per i progetti di ricerca e di studio sugli anni giovanili di Gioachino Rossini. Inoltre vorrei ringraziare i Lions per aver finanziato il restauro di un pianoforte della scuola”.
La realizzazione dell'intervento complessivo si propone di dare adeguata sede alle attività educative in campo musicale, unitamente alla determinazione di spazi riservati a nuove progettualità. Per quanto riguarda la fruizione dell’edificio, oltre ad essere stata la residenza di campagna dei fratelli Malerbi, noti musicisti lughesi, è utile ricordare l’importanza e il peso culturale dell’Istituto Musicale che qui ha avuto la sua sede storica, a cominciare dalle personalità artistiche che ne hanno fatto parte nella veste di docenti e dei i numerosi musicisti che qui hanno intrapreso la loro formazione musicale.
" A questo proposito occorre tenere presente il prestigio dell'Istituto Musicale che opera a Lugo da quasi due secoli. Il bilancio delle esperienze maturate sino ad oggi - prosegue l’assessore alla cultura- evidenzia soprattutto, il recupero di una funzione fondamentale della scuola e cioè la promozione e la diffusione del linguaggio musicale, con una offerta diversificata, atta a soddisfare le esigenze di un bacino più ampio di adepti. Tutto ciò permette di ottenere un legame e un rapporto più stretto con il territorio, per far sì che la scuola di musica non sia soltanto fonte a cui attingere competenze esclusive e di alto profilo qualitativo, ma divenga anche uno dei centri cardine di produzione culturale della città di Lugo e non solo.” “Con oltre centocinquanta iscritti e più di venti insegnamenti attivati-prosegue Scardovi- la scuola di musica si avvale di un ottimo corpo docenti e grazie alla loro attività si consolidano i requisiti irrinunciabili che, storicamente, caratterizzano l'Istituto: l'ottima qualità della didattica e il forte legame con la comunità lughese”.

“Il completamento del terzo lotto del restauro di Villa Malerbi- puntualizza l’assessore ai lavori pubblici Alessandra Fiorini - rientra nel progetto complessivo autorizzato dal Ministero per i Beni Culturali e contribuisce, significativamente, a conservare questo importante complesso monumentale, consentendo alla Scuola di musica di tornare finalmente alla sua sede storica”.

Durante l’estate artigiani, professionisti e maestranze comunali, sotto la direzione dell’Architetto Giovanni Liverani , hanno completato le opere edili, elettriche e tecnologiche necessarie al recupero e alla funzionalità di otto aule, una al piano terra e sette al primo, della segreteria, del così detto Teatrino per i saggi, di idonei servizi igienici e dell’ascensore.
“Abbiamo così recuperato, ad oggi, circa 600 metri quadri dei 1300 complessivi- prosegue la Fiorini- per un investimento che supera i due milioni di Euro e contiamo di proseguire i lavori per il lotto di completamento, eventualmente a piccoli stralci da concentrare nei mesi estivi e comunque compatibilmente con le attività della Scuola di musica”.
L’amministrazione comunale ringrazia, per questo importante risultato, tutto il Settore Lavori Pubblici del Comune, il Servizio Patrimonio e le maestranze che hanno lavorato, in questi anni, al progetto.

“Siamo soddisfatti e orgogliosi di restituire Villa Malerbi alla città di Lugo- conclude l’assessore- in quanto abbiamo sempre pensato che il sito fosse non solo un importante edificio sotto il profilo storico, architettonico e culturale, ma anche un vero e proprio “luogo dell’anima” .

 
Scarica l'invito (27kB - PDF)
 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse