Ricerca di idrocarburi relativi al permesso “San Patrizio” - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Archivio News - Ricerca di idrocarburi relativi al permesso “San Patrizio”  

Ricerca di idrocarburi relativi al permesso “San Patrizio”

Sono stati depositati presso i Comuni della Bassa Romagna, gli elaborati della procedura di Valutazione di Impatto ambientale (VIA) relativa al permesso di ricerca di idrocarburi “San Patrizio”. Gli elaborati sono depositati per 60 giorni per consentire la libera consultazione da parte di tutti gli interessati e la presentazione di eventuali osservazioni all’Autorità competente.

Il progetto è localizzato nei territori delle Province di Ravenna, Bologna e Ferrara  ed è stato presentato dalla Ditta Cygam Energy Italia SpA alla Regione Emilia-Romagna, Autorità competente in materia.

L’intervento, per quanto riguarda la Bassa Romagna, interessa il territorio dei seguenti comuni: Alfonsine, Bagnacavallo, Conselice, Fusignano, Lugo, Massa Lombarda, Sant'Agata sul Santerno.

Il progetto prevede in questa fase la ricerca di gas naturale tramite acquisto e rielaborazione di linee sismiche preesistenti, eventuale nuova registrazione di circa 20 km di linee sismiche 2D.

La eventuale perforazione di un pozzo esplorativo sarà sottoposta a nuova verifica di Impatto ambientale.

 

Come funziona la ricerca di idrocarburi

La ricerca di idrocarburi nel sottosuolo è un'attività disciplinata dallo Stato  ed in particolare dal Ministero dello Sviluppo Economico  che rilascia i cosidetti “Permessi di Ricerca”  . A seguito del rilascio del permesso di Ricerca la Società richiedente si impegna ad effettuare lavori per l'individuazione di un eventuale giacimento  coltivabile presente nell'area richiesta.

La ditta che ottiene un permesso di ricerca su un territorio deve raccogliere tutte le informazioni geominerarie dell'area  ed eventualmente eseguire campionamenti geochimici delle principali rocce madri.

Le ricerche vengono eseguite attraverso il riutilizzo di linee sismiche  registrate in passato da ENI, (che fornisce i dati, a pagamento, solo a chi è titolare di un permesso di ricerca) dunque senza ricadute sul territorio, oppure può essere richiesta la registrazione di nuove linee sismiche (che prevedono una procedura di Screening o Valutazione di Impatto Ambientale Regionale).

Infine la società procede a uno o più sondaggi esplorativi  e, nel caso nell'area interessata vengano rinvenuti Idrocarburi, deve essere effettuata una nuova valutazione di impatto ambientale  per poter ottenere dal Ministero dello Sviluppo Economico il cosiddetto permesso di coltivazione dell'area.

 

Per quanto riguarda il Permesso di ricerca “San Patrizio” gli uffici dell'Unione dei Comuni  sono coinvolti nella procedura nell'ambito della Conferenza dei Servizi di competenza della Regione Emilia Romagna e partecipano alle Conferenze di Servizi esprimendo il proprio parere sui possibili impatti che queste ricerche dovessero avere sul territorio della Bassa Romagna

 

Gli elaborati sono disponibili sul sito web regionale al seguente indirizzo: http://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/Ricerche

 

I soggetti interessati possono inoltre prendere visione degli elaborati depositati presso:

 

Gli elaborati sono depositati per 60 giorni, entro i quali chiunque può presentare osservazioni all’Autorità competente:  Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione impatto e Promozione sostenibilità ambientale al seguente indirizzo: Via della Fiera n. 8 - 40127 Bologna (BO).

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse