Pescherie della Rocca - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Città e territorio - Arte e Cultura - Rocca Estense - Pescherie della Rocca  

Pescherie della Rocca

PescherieRocca

Il primo intervento in Rocca per ricavare uno spazio destinato specificamente al commercio del pesce  risale agli anni 1834 - 1842  (date rispettivamente della approvazione progetto e del collaudo lavori); su disegno dell'Ing. Sigismondo Ascani si costruì un edificio addossato alla cortina muraria del lato ovest della Rocca .
La costruzione era in stile neogotico, stile che stava allora tornando prepotentemente in voga in tutta Europa, ben sposato al romanticismo imperante.
La spesa prevista di 2105 scudi lievitò a 2567, essendosi dovuto demolire parte delle vecchie mura. Questo edificio venne poi ampliato e completato nel 1861 su progetto dell'Ing.

Ghedini per la spesa di lire 7002 (vedasi riproduzioni su fotografie ottocentesche).
Questa nuova struttura edilizia era costituita da un grande porticato antistante l’attuale piazza 1° Maggio, allora “Piazzale delle Pescherie”, oltre il quale vi erano 9 “ripostigli” (o botteghe) per i pescivendoli.

Nel 1892, l'intera costruzione subì un rovinoso crollo, e l'Amministrazione decise di soprassedere al suo rifacimento e di destinare a Pescherie l’ ampio vano ubicato al livello della piazza nel lato nord della Rocca  (che in precedenza – dopo le sistemazioni cinquecentesche dell’edificio – era stato adibito a funzioni militari).
Questo suggestivo luogo della Rocca estense, caratterizzato da poderose strutture in muratura, fu da allora utilizzato ininterrottamente per la vendita del pesce, salvo il periodo bellico in cui servì come rifugio in occasione dei terribili bombardamenti aerei che anche Lugo subì nella seconda guerra mondiale.
Verso il 1990, questi affascinanti locali sono stati restaurati e riconvertiti a sala esposizione per mostre e iniziative culturali , mentre il pesce da allora viene commerciato con strutture mobili nella antistante piazza Garibaldi.

 

pagina redatta in collaborazione con il Dott. Antonio Curzi Responsabile del Servizio Affari Generali e Archivi

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse