In Biblioteca una mostra di cartoline sul ruolo della donna nella Grande Guerra - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Comunicazione e... - Comunicati stampa - Anno 2016 - Aprile 2016 - In Biblioteca una mostra di cartoline sul ruolo della donna nella Grande Guerra  

In Biblioteca una mostra di cartoline sul ruolo della donna nella Grande Guerra

Cartoline-dal-Fondo-baldini

La collezione Baldini torna a fare parlare di sé grazie a una iniziativa promossa congiuntamente dalla biblioteca comunale “Fabrizio Trisi” e dal museo “Francesco Baracca” di Lugo. Sabato 9 aprile 2016 alle 10.45 nella sala Codazzi della biblioteca inaugura infatti l’esposizione “La donna e la Grande guerra nelle cartoline della collezione Baldini. Per l’occasione interverranno Davide Ranalli, sindaco di Lugo; Anna Giulia Gallegati, assessora alla Cultura del Comune di Lugo; Alessandro Zucchini, direttore IBC Regione Emilia-Romagna; Mirco Bagnari consigliere regionale dell’Emilia-Romagna; Giuseppe Masetti, direttore dell’Istituto storico della Resistenza e dell'Età contemporanea di Ravenna e provincia; Daniele Serafini, direttore del museo Baracca di Lugo; Laura Orlandini, ricercatrice.

 

Partendo dal consistente nucleo di cartoline illustrate acquisite dal Museo Baracca nel 2012, gli organizzatori hanno ideato una mostra, curata dalle ricercatrici Laura Orlandini e Serena Sandri, incentrata sulla figura della donna nella Grande guerra.

Come osserva Laura Orlandini, “le cartoline di propaganda raccolte nella collezione Baldini sono una finestra molto interessante per osservare e capire la Grande guerra. Nel diffondere le ragioni del conflitto, nel farsi veicolo di messaggi di incoraggiamento, d’esortazione o di conforto, proiettano un immaginario composito e sfaccettato di miti e paure. La donna è una delle protagoniste principali: se al fronte vanno gli uomini, l’elemento femminile si rivela fondamentale per raccontare e giustificare la guerra in corso. L’Italia stessa è donna, è patria e madre che esorta i suoi figli al combattimento, è condottiera armata e al contempo figura che necessita d’essere riscattata”. Non si deve dimenticare, infatti, che alle donne fu interamente affidata l’assistenza a militari e profughi, nonché l’effettivo funzionamento della vita lavorativa e civile mentre gli uomini erano al fronte. Un protagonismo femminile, considerato “ausiliario” e osservato a volte con ironia, che si rivelò fondamentale nel percorso di emancipazione e partecipazione delle donne alla vita pubblica.

 

Sulla collezione delle cartoline della Grande guerra del fondo Baldini acquisite dal museo Baracca è stato realizzato un catalogo, pubblicato nel 2015 dall’Istituto per i beni culturali, artistici e naturali della Regione Emilia-Romagna, a cura di Serena Sandri e Patrizia Tamassia, con la collaborazione di Daniele Serafini.

 

La mostra, a ingresso libero, sarà visitabile fino al 18 giugno negli orari di apertura della biblioteca (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19, il sabato dalle 9 alle 12.30). L’esposizione è realizzata in collaborazione con l'Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna, dall'Istituto storico per la resistenza e l'età contemporanea in Ravenna e provincia e il Coordinamento lughese per il centenario della grande guerra. Per ulteriori informazioni, contattare la biblioteca “F. Trisi” al numero 0545 38556, oppure il museo “F. Baracca” allo 0545 38561.

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse