Gestione dell'illuminazione pubblica, “UN’OCCASIONE DI RISPARMIO PER LA CITTÀ STRUMENTALIZZATA DALLA MINORANZA” - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home - Comune - Comunicazione e... - Comunicati stampa - Anno 2018 - Agosto 2018 - Gestione dell'illuminazione pubblica, “UN’OCCASIONE DI RISPARMIO PER LA CITTÀ STRUMENTALIZZATA DALLA MINORANZA”  

Gestione dell'illuminazione pubblica, “UN’OCCASIONE DI RISPARMIO PER LA CITTÀ STRUMENTALIZZATA DALLA MINORANZA”

In merito a quanto affermato a mezzo stampa dal gruppo consiliare “Per la buona politica” sulla futura gestione degli impianti di illuminazione pubblica, l’Amministrazione comunale precisa quanto segue.

 

“Il gruppo consiliare di minoranza non perde occasione per gettare fumo negli occhi dei cittadini, distogliendo l’attenzione dagli interessi della comunità attraverso mere strumentalizzazioni. - dichiara il sindaco di Lugo Davide Ranalli - La questione della gestione degli impianti di pubblica illuminazione ne è l’ennesimo esempio. Ad oggi il Comune di Lugo spende circa 1 milione di euro all’anno per il consumo di energia elettrica, la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti di pubblica illuminazione. La quota delle manutenzioni è destinata a crescere progressivamente in modo considerevole se non si ammodernano gli impianti.”

 

Hera Luce ha redatto un progetto, proposto al Comune di Lugo, con il quale si offre, per meno della cifra annua di un milione di euro, di efficientare tutti i punti luce (circa 8400) convertendoli alla tecnologia led, con un investimento privato di oltre cinque milioni di euro, di gestire in concessione e provvedere alla manutenzione dell’intera illuminazione pubblica per trenta anni.

L’ammodernamento degli impianti verrebbe sostanzialmente ripagato dalla riduzione del consumo di energia.

In sintesi, il Comune di Lugo, a parità di spese, si vedrebbe garantito un efficientamento energetico dei propri impianti con una significativa riduzione (oltre il 50%) dei consumi energetici a favore anche dell’ambiente.

Si tratta di un’operazione già messa in pratica da numerose città, poiché il partenariato pubblico privato è la miglior strategia per riuscire a far fronte a importanti investimenti senza dover fare sacrifici di bilancio.

Diversamente da quanto affermato, non si tratta di affidare direttamente a Heraluce la concessione del servizio ma, come la legge prevede, si procederà attraverso una gara europea di evidenza pubblica alla quale potrà partecipare qualunque operatore del settore.

Heraluce, in quanto promotore, ha unicamente il diritto di prelazione potendo al massimo pareggiare l’offerta ritenuta migliore. La pubblicazione del bando, effettuata sulla base della delibera esecutiva di giunta comunale del 17/8/2018 che ha approvato la proposta di HeraLuce dichiarandola di pubblico interesse, è stata annullata per la mancata immediata eseguibilità della delibera di Consiglio Comunale che comunque ha approvato il cambio di modalità gestionale del servizio di pubblica illuminazione. Si valuterà, quindi, di procedere in base alla nuova normativa secondo le modalità che saranno illustrate in commissione.

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse