Bagnara di Romagna, Conselice, Massa Lombarda: positivi in aumento, scattano le contromisure - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Notizie - Archivio News - Bagnara di Romagna, Conselice, Massa Lombarda: positivi in aumento, scattano le contromisure  

Bagnara di Romagna, Conselice, Massa Lombarda: positivi in aumento, scattano le contromisure

Nelle ultime tre settimane nei Comuni di Bagnara di Romagna, Conselice e Massa Lombarda si è assistito a un significativo aumento del numero di casi positivi di Covid-19, riflesso dell'aumento dei casi registrato nel confinante territorio imolese.

 

L'incidenza dei casi di positività in questi tre Comuni si attesta su livelli superiori alla media provinciale. In tutti e tre i Comuni l’aumento dei casi è legato a plurimi focolai familiari individuati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti e la maggior parte dei casi risultano asintomatici.

 

Risulta interessata in maniera significativa la fascia sotto i 19 anni, quella cioè dei bambini e ragazzi in età scolare, mentre risulta meno colpita la fascia degli ultrasessantacinquenni e questo spiega perché non si sia rilevato, fortunatamente, nello stesso periodo un proporzionale aumento di ricoveri ospedalieri.

 

A Conselice sono stati registrati 51 casi nell’ultima settimana, per un’incidenza di 52,46 casi ogni 10mila abitanti; a Massa Lombarda 43 nuovi positivi pari a un’incidenza di 40,84 casi ogni 10mila abitanti; a Bagnara di Romagna si è osservato un picco nella settimana 8-14 febbraio, dove sono stati individuati 21 casi, con un’incidenza di oltre 7 casi per 10mila abitanti, ma il numero è ridisceso a valori più fisiologici nell’ultima settimana.

 

"La situazione, pur non mostrando una particolare gravità sotto il profilo clinico, induce una certa preoccupazione per l’aumentata diffusione del virus nel territorio, diffusione che in queste settimane ha riguardato prevalentemente persone giovani - hanno dichiarato i sindaci dei tre Comuni, Paola Pula , Daniele Bassi e Riccardo Francone -. Per questo alle misure nazionali accompagneremo alcune azioni locali, per cercare di contenere la diffusione del virus. Rinnoviamo le raccomandazioni ai cittadini di limitare le uscite allo stretto necessario, in particolare per le persone più fragili, anziani e persone con patologie croniche; è importante evitare riunioni familiari che, come si è visto dalle indagini epidemiologiche, in alcuni casi hanno determinato la veloce espansione del virus anche tra parenti non conviventi".

 

"Stiamo attuando ulteriori controlli della Polizia Locale sul rispetto delle misure di prevenzione negli spazi pubblici e sul rispetto dell’isolamento da parte delle persone in quarantena/isolamento. Invitiamo inoltre gli studenti e le loro famiglie a sfruttare l’opportunità del tampone rapido in farmacia , per un miglior monitoraggio della situazione".

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse