Nei Consigli Comunali dell'Unione si parla di Polizia Municipale - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Comunicazione e... - Comunicati stampa - Anno 2011 - Novembre 2011 - Nei Consigli Comunali dell'Unione si parla di Polizia Municipale  

Nei Consigli Comunali dell'Unione si parla di Polizia Municipale

E' iniziato in questi giorni il percorso di presentazione, nei 9 Consigli comunali dell'Unione, dei primi dati di andamento dell'attività di Polizia municipale a seguito della riorganizzazione che il maggio scorso ha visto nascere il Corpo unico della Bassa Romagna. Il Corpo unico di Polizia Municipale, istituito da pochi mesi, vive necessariamente una fase di organizzazione e trasformazione, che permette però di iniziare a valutare i primi risultati ottenuti e individuare nuove strategie per il futuro.

La riorganizzazione si è sviluppata attorno a quattro obiettivi fondamentali. Il progressivo accentramento delle procedure amministrative , con la costituzione degli uffici centralizzati, che evita la moltiplicazione di ruoli e di costi, “liberando” preziose risorse da impiegare in azioni di concreta presenza nel territorio. La costituzione e la specializzazione dei nuovi nuclei e di nuovi servizi su particolari funzioni come ad esempio l'ufficio polizia stradale per gli interventi d'urgenza e la rilevazione dei sinistri stradali, che garantisce una copertura su tutto il territorio dell'Unione; gli uffici commercio e polizia amministrativa, e ambiente e sanità, che stanno lavorando sull'uniformazione delle procedure e sulla riduzione dei tempi di gestione delle stesse; l'ufficio sanzioni che ha garantito il coordinamento, la semplificazione e l'unificazione della gestione dei verbali, permettendo anche l'attivazione del nuovo servizio di consultazione e pagamento online delle sanzioni, nell'ottica della semplificazione del rapporto tra cittadino ed amministrazione.

Ma soprattutto il Corpo unico risponde alla necessità di garantire la territorialità tramite la presenza dei Presidi Territoriali , che sgravati da funzioni amministrative hanno aumentato la presenza sul territorio dei Comuni e mantenuto costanti relazioni con i cittadini e gli amministratori. E infine, come necessaria conseguenza di tutto il processo, l'incremento dei servizi sul territorio quali ad esempio la costituzione di una centrale operativa, in grado di ricevere segnalazioni dai cittadini e dalle forze dell'ordine per 16 ore al giorno, l'attivazione di un numero verde per le emergenze e la previsione dell'attivazione del terzo turno nei prossimi mesi.

“I primi dati raccolti – sottolinea il Sindaco referente per le politiche per la sicurezza e Polizia Municipale Linda Errani - forniscono alcune indicazioni utili a confermare la coerenza tra gli obiettivi posti e l’attività svolta, seppure in un tempo ristretto, sul territorio. Ma soprattutto istituiscono una procedura di rendicontazione attenta, precisa e trasparente che ci consentirà successivamente di misurare i risultati raggiunti, consolidare le opportunità, affrontare le criticità e individuare le necessarie innovazioni. Il primo passaggio di questo percorso è rappresentato proprio dal confronto con i consigli comunali della Bassa Romagna, che si concluderà nei mesi di novembre e dicembre.”

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse