Premio Francesco Baracca 2011 al Professor Carlo Pappone - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Comunicazione e... - Comunicati stampa - Anno 2011 - Novembre 2011 - Premio Francesco Baracca 2011 al Professor Carlo Pappone  

Premio Francesco Baracca 2011 al Professor Carlo Pappone

Prof-Pappone-e-Sindaco-Cortesi

Nella mattinata di ieri, mercoledì 23 novembre, presso il Teatro Rossini, il sindaco di Lugo Raffaele Cortesi ha consegnato al Prof. Carlo Pappone, il Premio Francesco Baracca 2011.

Di fronte ad una folta platea di studenti delle scuole medie superiori, il Professor Pappone ha raccontato la propria esperienza di vita, ricca di episodi particolari e di incontri, quegli incontri che lo stesso luminare ha definito determinanti nella sua vita, ricordando agli studenti quanto lo potranno essere anche per la loro. Le sue esperienze, narrate con estrema chiarezza e semplicità, hanno attratto la giovane platea, rigorosamente silenziosa nell’arco di tutta la “lectio magistralis”.

“Il premio, che è stato istituito dall’Amministrazione Comunale nel 2005 ed è giunto alla sua settima edizione- ha precisato Cortesi poco prima della consegna ufficiale del Cavallino, opera dello scultore lughese Mario Zannoni- è riservato a personalità che si siano distinte nel campo della scienza, della ricerca e dell’innovazione. Questo perché il nostro concittadino Francesco Baracca, oltre ad essere un eroe dell’aviazione italiana, rappresenta per noi un simbolo dello sforzo dell’intelligenza umana per aprire nuove frontiere, per raggiungere sempre importanti traguardi. Per Baracca l'aviazione avrebbe avuto “un futuro meraviglioso”: così è stato, perché essa ha aperto scenari divenuti fondamentali per lo sviluppo dell'umanità. Al tempo stesso, l’ebbrezza di sollevarsi da terra e conquistare i cieli era da lui descritta come “un sogno ad occhi aperti”. Così è ancora oggi, quando l’uomo oltrepassa i propri limiti e apre la propria visione su territori ancora inesplorati.

Ecco perché, nelle precedenti edizioni, il premio Francesco Baracca è stato conferito all’astronauta Roberto Vittori, agli scienziati Margherita Hack, Carlo Rubbia e Mario Tozzi e poi ancora a Luca di Montezemolo e Stefano Domenicali, protagonisti dell’innovazione tecnologica di cui la Ferrari rappresenta un esempio vincente in Italia e nel mondo.

Ed ecco perché questo premio è stato conferito al Prof. Carlo Pappone che, da tempo, si cimenta con i nuovi orizzonti della medicina e della ricerca. Con un valore aggiunto, se possibile: Carlo Pappone opera ora nel nostro territorio, presso la casa di cura Villa Maria Cecilia, e ha arricchito Lugo del frutto di un’intera vita spesa nel campo della scienza e della salute. Questo, per la nostra comunità, è un onore che volentieri gli riconosciamo”.

Il professor Pappone è stato per oltre un decennio il direttore del dipartimento di Aritmologia dell'ospedale San Raffaele di Milano. E' attualmente riconosciuto a livello mondiale come pioniere e massimo esperto nel campo dell'ablazione transcatetere della fibrillazione atriale, aritmia che colpisce fino al 10% della popolazione mondiale in alcune fasce d'età. Su tale argomento ha pubblicato decine di articoli sulle più prestigiose riviste cardiologiche, divenendo il riferimento mondiale per colleghi elettrofisiologi e per le industrie del settore. La metodica da lui concepita 10 anni fa, per il trattamento della fibrillazione atriale, è ormai riconosciuta nel mondo come “Pappone approach” ed è utilizzata, come tale, nella maggior parte dei laboratori di elettrofisiologia in tutto il mondo.

“Dicevamo, a proposito di Francesco Baracca, della relazione fra sogno e realtà. Il titolo della Lectio magistralis tenuta oggi dal prof. Carlo Pappone-ha concluso il primo cittadino- rivolta agli studenti delle scuole superiori di Lugo era: “La cura dei disturbi del ritmo cardiaco. La realtà può superare i sogni: cosa è necessario affinché ciò accada”. La bellissima occasione di questa mattina, è stata certamente di stimolo per i giovani presenti a continuare nella volontà di studiare ed apprendere, anche per riuscire a sognare. Ma, soprattutto, per riuscire a rendere reali questi sogni, per garantire un futuro migliore per tutti noi”.

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse