Stagione Ultima Generazione COPPELIA al Teatro Rossini - Martedì 6 dicembre 2011 ore 20.30 - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Comunicazione e... - Comunicati stampa - Anno 2011 - Novembre 2011 - Stagione Ultima Generazione COPPELIA al Teatro Rossini - Martedì 6 dicembre 2011 ore 20.30  

Stagione Ultima Generazione COPPELIA al Teatro Rossini - Martedì 6 dicembre 2011 ore 20.30

  SECONDO APPUNTAMENTO DELLA STAGIONE ULTIMA GENERAZIONE CON IL BALLETTO
COPPELIA
della COMPAGNIA JUNIOR BALLETTO DI TOSCANA  

MARTEDI 6 DICEMBRE ore 20.30
Coppelia

drammaturgia, regia e coreografia di
FABRIZIO MONTEVERDE
musica di LEO DELIBES
costumi di Santi Rinciari
luci di Andrea Narese

***

Balletto in un atto
liberamente ispirato all’omonimo balletto del repertorio,
interpretato dall’organico di 14 danzatori (7 coppie)
della Compagnia Junior BdT, diretta da Cristina Bozzolini  

balletto

C’è un angolo della mente che non riesce a razionalizzare la paura del diverso e di ciò che non conosciamo, mettendo in evidenza tutte le nostre paure, anche le più infantili.
Il terrore di rimanere soli fa compiere tortuosi percorsi come in un racconto dell’orrore.
Coppelia non è altro che il punto di partenza per un viaggio che ha come meta la ricerca dell’altro, ovvero, l’Amore.
E’ solo con questo indispensabile ingrediente che il sangue e la vita riescono a fluire dentro ad un corpo e a dare un senso all’esistenza.
La ricerca disperata di voler donare la vita è semplicemente la necessità di amare”.

Fabrizio Monteverde 

Con questa nuova creazione, nella settima stagione teatrale di ininterrotta attività della vivace ed agguerrita formazione dello Junior BdT, sempre rinnovantesi, con giovani talenti tutti formatisi nella Scuola del BdT, Fabrizio Monteverde e Cristina Bozzolini riprendono un percorso di solidale e feconda collaborazione artistica, più che ventennale, cui si devono alcune delle produzioni e delle esperienze più qualificate della storia e della cronaca della danza italiana di questi ultimi decenni. Questa nuova ‘Coppelia’ ne sarà testimonianza probante, nonché marchio di fabbrica di valori di eccellenza del ‘made in Italy’, anche nei panorami della produzione artistica di danza. 

Per informazioni e prenotazioni: Teatro Rossini, Piazzale Cavour, 17 – 48022 LUGO (RA) – Tel.0545.38542 www.teatrorossini.it

 

La Compagnia giovanile ‘Junior BallettO di ToscanA’, fondata e diretta da Cristina Bozzolini , costituisce la struttura produttiva di tirocinio professionale della Scuola del Balletto di Toscana, oggi uno dei più qualificati enti di alta formazione per danzatori classici e contemporanei, a livello europeo.

Riconosciuta e parzialmente sostenuta da un contributo della Regione Toscana e del Comune di Firenze, operativa fin dal 2005, rappresenta una qualificata occasione di debutto sulle scene, con modalità rigorosamente professionali, sia artistiche che tecniche ed organizzative, per un selezionato organico, mediamente di 16/18 elementi, giovani danzatori tra i 16 ed i 21 anni, di promettente talento, espressione dei livelli qualitativi dei Corsi superiori di formazione professionale del Dipartimento Danza classica e del Dipartimento Danza modern e contemporanea della Scuola del BdT, a conferma delle eccellenti capacità formative di quella che è una delle migliori e più innovative Scuole italiane di danza, fondata nei primi anni ’70, con un “palmarés” di oltre 100 propri ex allievi, professionisti in carriera, in importanti Corpi di Ballo, Compagnie e Gruppi di danza in Italia ed in Europa.

Proprio per questo, l’organico artistico ‘under 21’ della Compagnia, di media dimensione ma in grado di ‘riempire’ ogni palcoscenico, in termini competitivi con le programmazioni dei Teatri italiani ed europei, si rinnova sensibilmente di anno in anno, trovando molti, quasi tutti i protagonisti degli ultimi debutti, importanti contratti in Compagnie e Gruppi di danza professionali in Italia e soprattutto all’estero.

Con chiarezza propositiva il programma artistico richiama la linea culturale, impressa nella cronaca e nella storia della danza italiana per un quindicennio (1985 – 2000), dalla mitica formazione del BallettO di ToscanA, sempre guidata da Cristina Bozzolini, con l’affermazione del primato della coreografia e della danza pura, articolata per linee trasversali in una pluralità di linguaggi espressivi, dal neo-classico al contemporaneo, al modern-jazz ed all’hip-hop, sempre valorizzata dalla creatività sia di Autori di grande prestigio, nazionale ed internazionale, che emergenti di sicuro talento.

Il repertorio in essere della Compagnia, con Silvia Chirico, in qualità di ‘maitre de ballet’ ed assistente alle coreografie, accanto a creazioni di Maestri della coreografia italiana, quali Mauro Bigonzetti e Fabrizio Monteverde, vede la presenza di opere già di affermati Autori, quali Eugenio Scigliano, Eugenio Buratti, Cristina Rizzo, Michele Merola, Alessandro Bigonzetti, Francesco Nappa ed Arianna Benedetti coreografa residente, Docente e coordinatrice del Dipartimento Danza modern e contemporanea della Scuola.

Intensa si sviluppa la programmazione di spettacoli della Compagnia, a partire da uno speciale rapporto di ‘residenza’ al Teatro di Rifredi di Firenze (sede della storica Compagnia teatrale ‘Pupi e Fresedde’ diretta da Giancarlo Mordini ed Angelo Savelli), vetrina costante delle nuove produzioni della Compagnia, invitata poi da importanti Teatri e Festivals in molteplici regioni italiane, oltre ad una costante presenza sulle scene toscane, nelle programmazioni della Fondazione Toscana Spettacolo.

Infine, dalla stagione 2007/2008 si definisce un rilevante rapporto collaborativo, sul piano specifico dei programmi di alta formazione e perfezionamento professionale per danzatori, con la Fondazione Nazionale della Danza e la sua Compagnia Aterballetto di Reggio Emilia, della quale Cristina Bozzolini viene nominata Direttore artistico dal febbraio 2008, imprimendone da subito un nuovo sviluppo quale Compagnia di bandiera della danza italiana, in solidale attività con Mauro Bigonzetti che ne resta coreografo principale.

Nel gennaio 2008, su commissione della Fondazione ‘I Teatri’ di Reggio Emilia, debutta al Teatro Ariosto il trittico ‘Sulle tracce di Diaghilev’ composto dalle creazioni ‘Jeux’ di Eugenio Scigliano su musica di Debussy, ‘Lo spettro della rosa’ di Fabrizio Monteverde, su musica di Weber e ‘La sagra della primavera’ di Cristina Rizzo, su musica di Stravinsky, che ottiene, anche nelle successive programmazioni in importanti Teatri in numerose Città italiane, un generale successo di critica e di pubblico, consacrando un ruolo di eccellenza della formazione toscana nel panorama delle produzioni italiane di danza d’arte.

Per la stagione 2009/2010, in co-produzione con ArtVen, circuito teatrale pubblico del Veneto, va in scena al Teatro Toniolo di Mestre, un breve duetto maschile, di fulminante energia, titolato ‘Il filo di Arianna’ ed ispirato al mito di Teseo ed il Minotauro, creato da Arianna Benedetti, su musica per batteria elettronica, realizzata e suonata dal vivo da Federico Bigonzetti, giovane musicista e figlio d’arte, che ottiene, fin dalle prime repliche, il più lusinghiero successo, in particolare il 13 gennaio al Teatro dell’Opera di Saint-Etienne in Francia, dove la Compagnia è invitata un una prestigiosa rassegna di giovani Compagnie europee, insieme al Nederlands Dans II, le Ballet Junior de Genéve, le Jeune Ballet de Quebec, la Compania Nacional de Danza II.

Sempre nella stessa stagione, si realizza una qualificata ‘new entry’ nel palmares degli Autori dello Junior BdT, con la creazione di una nuova coreografia di Francesco Nappa, già brillante solista e primo ballerino nelle Compagnie di Montecarlo e del Nederlands Danse Theatre, poliedrico artista di emergente talento che firma anche musiche, scene e costumi di questo nuovo balletto, dal titolo ‘Cromatismi’, in debutto, il 6 maggio, al Teatro della Fonderia di Reggio Emilia.

Forte di un crescente prestigio, di rilievo nazionale e non solo, significatamente attestato anche dall’assegnazione del Premio ‘Danza & Danza’ 2010 , il più autorevole riconoscimento del settore perché affidato, dall’omonima Rivista specializzata, ad una giuria di autorevoli Critici di danza, nella stagione 2010/ 2011, la Compagnia, nel contesto di un incremento della considerazione e del sostegno accordatole da parte della Regione Toscana, ha compiuto un ulteriore ‘salto di qualità’ con la produzione del suo primo balletto ‘a serata intera’: una coreografia ispirata alla celebre quartina di Lorenzo il Magnifico ‘Quant’è bella giovinezza…’ creata, per la prima parte, da Arianna Benedetti, quindi, in ispirazione comune, sul verso centrale ‘…chi vuol esser lieto sia…’ dalla stessa Arianna e da Eugenio Scigliano, mentre il finale ‘…del doman non v’è certezza…’ firmato da Eugenio Scigliano. Dopo una anteprima presentata nel proprio Teatro di residenza fiorentina, a Rifredi, questa impegnativa produzione ha debuttato, nuovamente inserita nel ‘cartellone’ della stagione di danza al Teatro Ponchielli di Cremona, il 24 febbraio 2011, qualificandosi come emblematica prova di matura, innovativa padronanza dei più avanzati linguaggi della danza contemporanea, riscuotendo uno straordinario successo di critica e di pubblico.

Infine una edizione innovativa del celebre balletto ottocentesco ‘Coppélia’, musica di Leo Delibes, per la scrittura drammaturgica, regia e coreografia di Fabrizio Monteverde, costumi di Santi Rinciari, luci di Andrea Narese, rappresenterà per lo Junior BdT, a fine anno 2011, secondo balletto ‘a serata intera’, una prova di grande maturità professionale ed un evento di sicuro interesse nel panorama della danza italiana, per la ripresa di un percorso, lungo una vita, di rara solidarietà artistica e di memorabili produzioni di successo, con un Autore protagonista della più ispirata creatività drammaturgica e coreutica della scena teatrale del nostro Paese.

 

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse