100 Sindaci contro lo spreco - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Comunicazione e... - Comunicati stampa - Anno 2012 - Dicembre - 100 Sindaci contro lo spreco  

100 Sindaci contro lo spreco

I sindaci della Bassa Romagna sottoscrivono la Carta per la Rete di Enti Territoriali a Spreco Zero promossa da Last Minute Market, Trieste Next e dalle amministrazioni locali dell’Emilia-Romagna. 

Si terrà domani, 7 dicembre, alle ore 15 la firma congiunta della Carta delle buone prassi contro lo spreco tutti i sindaci dell’Emilia-Romagna , a cui, tra gli altri, hanno scelto di aderire anche i Sindaci della Bassa Romagna, rappresentati per l'occasione dai Sindaci Linda Errani, delegata anche per l'Unione, Mirco Bagnari, Laura Rossi e dall'Assessore Fiorenzo Baldini, per il Comune di Lugo.

Lo spreco alimentare è un paradosso del nostro tempo. Mentre vi è la necessità di aumentare la produzione di alimenti almeno del 70% nei prossimi anni per nutrire una popolazione che conterà 9 miliardi nel 2050, nel mondo si spreca più di un terzo del cibo che viene prodotto (dati FAO). Tanto che se si potessero recuperare tutte le perdite e gli scarti, si potrebbe far mangiare, per un anno intero, metà dell’attuale popolazione mondiale: 3,5 miliardi di persone. Lo spreco alimentare riguarda tutti i passaggi che portano gli alimenti dal campo alla tavola e colpisce indistintamente tutti i Paesi del mondo. In Italia nel 2011 lo spreco di cibo a livello domestico è costato ad ogni famiglia poco meno di 1.600 euro, ovvero il 27% dei 5.724 euro spesi ogni anno per l’acquisto di beni alimentari (dopo l’abitazione, la spesa alimentare è la seconda voce nel bilancio delle famiglie italiane). Lo spreco alimentare “vale” il 2,4% del PIL a prezzi di mercato nel 2011 pari a circa 40 miliardi di euro. Si tratta del 14% del valore riferito all’intero sistema agroalimentare italiano (286 miliardi di Euro nel 2010).

Per tutte queste motivazioni, in aggiunta alle iniziative intraprese in questi anni, Regioni, Province e Comuni s’impegnano ad adottare come orizzonte di lungo periodo lo Spreco Zero ovvero promuovere la riduzione progressiva degli sprechi mediante il controllo e la prevenzione di tutte le attività pubbliche e private che implichino la gestione di cibo, acqua, energia, rifiuti,

mobilità, comunicazione. A confrontare, condividere, valutare e mettere in rete le buone pratiche: tecnologie, processi, progetti finalizzati a prevenire lo spreco alimentare e costituire infine una Rete di Enti Territoriali a Spreco Zero .

All'incontro di domani, che si terrà presso la Sala delle Decorazioni – Borgo di Colle Ameno Sasso Marconi (BO), partecipano Andrea Segrè (Last Minute Market), Salvatore Caronna (europarlamentare), Diego Parassole (attore comico).

 
Carta a spreco zero (115kB - PDF)
 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse