Indro Montanelli raccontato da chi non c'era: il grande giornalismo al Caffè Letterario di Lugo - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Comunicazione e... - Comunicati stampa - Anno 2014 - Novembre - Indro Montanelli raccontato da chi non c'era: il grande giornalismo al Caffè Letterario di Lugo  

Indro Montanelli raccontato da chi non c'era: il grande giornalismo al Caffè Letterario di Lugo

locandina

Mercoledì 26 novembre alle 21 nella sala conferenze dell’hotel Ala d’Oro di Lugo ancora una serata dedicata al grande giornalismo con lo scrittore e giornalista Paolo Di Paolo, che presenterà il suo ultimo libro “Tutte le speranze. Montanelli raccontato da chi non c’era” edito quest’anno da Rizzoli. La serata, condotta dal curatore di Caffè letterario Marco Sangiorgi, si concluderà con il consueto brindisi offerto a tutti i presenti.

 

Un ragazzino di quindici anni tutte le mattine compra il giornale e ne conserva ogni copia con cura religiosa. Perché su quel giornale scrive qualcuno, un signore ormai ottantenne, che ammira come il suo personale Grande Gatsby. Il ragazzino ruba la macchina da scrivere del nonno e inizia a mandargli lettere firmandosi una volta Alessandro Manzoni, un'altra volta Karl Marx. E quando la penna più prestigiosa del "Corriere della Sera" gli risponde pubblicamente nella sua rubrica, il ragazzino - che si chiama Paolo Di Paolo - non crede ai propri occhi. Poi un giorno squilla il telefono di casa, e una voce profonda e imperiosa dice: "Sono Montanelli". È soltanto uno degli episodi raccontati in questo libro che è il sentito omaggio a un maestro del Novecento. Ma cosa ci può insegnare, oggi? Che le speranze nascono dalle idee, innanzitutto. Che la libertà è solitudine, perché l'indipendenza e il successo dipendono sempre dalle proprie scelte. Che per guadagnarsi spazio nel mondo serve essere ostinati e, mentre il mondo cambia, cambiare rimanendo se stessi. Che si può sbagliare idea, accusare il colpo e ripartire da zero. Nella scrittura di Di Paolo la vita di Montanelli diventa un film di cui godersi ogni scena: quelle più eroiche, quelle che strappano sorrisi, ma anche quelle che fanno discutere. Con un'unica certezza: Montanelli non ha mai voluto mettere d'accordo nessuno.

 

Paolo Di Paolo (1983) ha esordito nel 2004 con i racconti “Nuovi cieli, nuove carte”. Nel 2008 ha pubblicato il romanzo “Raccontami la notte in cui sono nato”. Nel 2011 è uscito “Dove eravate tutti” (Feltrinelli) vincitore Premio Mondello, Superpremio Vittorini e finalista Premio Zocca Giovani. Del 2013 è “Mandami tanta vita” (Feltrinelli), finalista Premio Strega e vincitore del Premio Salerno Libro d'Europa e del Premio Fiesole. Di Indro Montanelli ha curato un'antologia degli scritti, “La mia eredità sono io. Pagine da un secolo” (Rizzoli Bur, 2008), e l'epistolario “Nella mia lunga e tormentata esistenza” (Rizzoli 2012). Collabora tra l'altro con La Stampa, con il Venerdì di Repubblica, L'espresso e con la rivista Nuovi Argomenti. Conduce dal 2006 le Lezioni di Storia all'Auditorium Parco della Musica di Roma e collabora come autore a trasmissioni culturali di Rai Cultura.

 

Per ulteriori informazioni chiamare lo 0545 22388 o 0545 33593, email claudio@aladoro.it , oppure consultare i siti internet www.caffeletterariolugo.blogspot.it  e www.aladoro.it .

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse