Lugo e Voltana: Sorgente urbana e Casa dell'acqua, è tempo di bilanci - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Comunicazione e... - Comunicati stampa - Anno 2014 - Ottobre - Lugo e Voltana: Sorgente urbana e Casa dell'acqua, è tempo di bilanci  

Lugo e Voltana: Sorgente urbana e Casa dell'acqua, è tempo di bilanci

È tempo di bilanci per la sorgente urbana di Lugo e la casa dell’acqua di Voltana: bilanci che strizzano l’occhio all’ambiente anzitutto, ma anche al risparmio dei tanti cittadini che hanno scelto di rinunciare all’acqua in bottiglia “usa e getta” per passare ad abitudini più sostenibili.

 

Partiamo dalla sorgente urbana di Lugo , ubicata in via Di Giù: dal 17 ottobre 2013, giorno di inaugurazione dell’impianto, al 30 settembre 2014 sono stati erogati ben 558.750 litri di acqua (370.390 di acqua naturale e 188.360 di acqua gassata), per una media giornaliera di 1.601 litri. In termini ambientali, questi dati equivalgono a un risparmio di 372.500 bottiglie in PET da 1,5 litri, ovvero 11.175 kg in meno di rifiuti da smaltire, 25.703 kg in meno di CO2 per la produzione del PET e 25 tir in meno per la strada. Mano al portafogli, i cittadini grazie alla sorgente urbana hanno potuto risparmiare invece oltre 100mila euro (102.332 calcolando una media di 0,20 euro al litro prezzo di acquisto delle comuni acque minerali in commercio, includendo la riduzione di 5 cent per l’acqua gassata).

 

A Voltana la casa dell’acqua è stata invece installata il 29 marzo 2014, dunque il periodo di riferimento è di soli 186 giorni. In questo caso i litri erogati sono stati 128.037 , per una media giornaliera di 688 litri. Sono 85.358 le bottiglie in PET risparmiate (e 5.890 i kg di CO2 necessari per la loro produzione), mentre il vantaggio economico per i cittadini corrisponde a 23.816 euro.

 

Le sorgenti urbane, rispetto alle case dell’acqua, si presentano come un piccolo chiosco. L’acqua, in entrambi i casi, proviene direttamente dalla rete acquedottistica locale ed è quindi la stessa che esce dal rubinetto di casa, senza filtri o addolcitori. L’unica differenza è rappresentata dalla temperatura (l’acqua viene resa più fresca grazie al sistema di refrigerazione applicato in loco) e dalle eventuali bollicine per farla diventare frizzante. L’acqua naturale è gratuita, quella gassata costa 5 centesimi al litro. Ogni sorgente urbana è dotata anche di un monitor che mostra i parametri chimico-fisici dell’acqua erogata in quel territorio, affinché ciascuno sappia cosa beve e diventi consapevole della qualità assicurata. Offre inoltre informazioni sul servizio idrico e sull’impatto ambientale dei nostri stili di vita.

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse