Centro per il trattamento, cura, assistenza alla talassemina - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Comunicazione e... - Comunicati stampa - Anno 2015 - Aprile 2015 - Centro per il trattamento, cura, assistenza alla talassemina  

Centro per il trattamento, cura, assistenza alla talassemina

da_sx-_Silvia_Golfera-_Khoshnaw_Arevan-_Fulgida_Barattoni-_Davide_Ranalli-_Giovanni_Palazzi-_Claudia_Cani-_Giovanni_Giannuzzi

 

L'associazione IPB-Italia che ha la propria sede nell'ufficio del Sindaco a Lugo di Romagna e che rappresenta l' Ufficio Regionale Autonomo di IPB di Ginevra, la più antica e vasta Federazione Mondiale di associazioni di pace, ancora una volta porta l'Italia a distinguersi nella compagine internazionale quale fiore all'occhiello per efficacia e operatività dei propri progetti e impegno in questi ultimi anni concentratosi nel kurdistan iracheno oggi tanto impegnato con i propri “Peshmerga” nella lotta contro l'ISIS DASH.

Tutti ricorderanno il progetto “Salviamo Fatma” che coinvolse nel 2011 al Teatro Rossini con grande passione e partecipazione tutta la cittadinanza lughese, fusignanese e comuni limitrofi. Fatma, questa bimba è affetta da Talassemia Major conosciuta anche come “cancro del sangue ” una malattia ereditaria tristemente diffusa nel Kurdistan-Iracheno per la consuetudine dei matrimoni fra cugini.

Ebbene salvare anche solo un bambino affetto da talassemia era una cosa certamente lodevole e importante, ma IPB-Italia ha voluto osare di più e traendo dal progetto “Salviamo Fatma” linfa e coraggio ha voluto avventurarsi in un campo ancora più impegnativo e arduo, offrire assistenza anche a tutti gli altri bambini ammalati di talassemia nel Kurdistan Iracheno che non avevano avuto la fortuna, come Fatma, di incrociare il cammino dei volontari di IPB-Italia.

All'insegna di “i bambini sono un patrimonio dell'umanità” IPB-Italia avvalendosi della preziosa collaborazione dell'Ing. Claudia Cani di Lugo e del Dr. Giovanni Palazzi medico curante di Fatma presso il Policlinico di Modena Reparto di ematologia Pediatrica che hanno offerto con grande generosità e slancio la loro professionalità alla realizzazione dei lay out, planimetrie, elenco dotazioni e strumentazioni mediche necessarie per questo tipo di patologia, siamo riusciti a portare al Ministero degli Affari Esteri – Direzione Generale Task Force Iraq alla persona dell'Ambasciatore Massimo Bellelli il progetto per la costruzione di un CENTRO PER IL TRATTAMENTO, CURA E ASSISTENZA ALLA TALASSEMIA che oggi ci giunge notizia è stato costruito nella città di Hamdanyia città recentemente liberata dai Peshmerga kurdi.

Qui di seguito le mail del MAE che hanno fatto esultare i volontari di IPB-Italia al grido di

CE L'ABBIAMO FATTA!!!!!!

 

Mail pervenutaci il giorno 23 marzo 2015 dall'Ambasciatore Alessandro Gaudiano

Gentile dottoressa Barattoni,

La ringrazio della sua mail e delle belle notizie relative alla bimba irachena affetta da talassemia, che, a seguito del vostro impegno e dedizione iniziato nel 2010, è in via di remissione dalla malattia. Questa è un ulteriore testimonianza di quanto bene il nostro Paese riesce a fare grazie alla generosità e l’impegno di tanti volontari.

Riguardo alla realizzazione di un centro per la talassemia Sono lieto di poterLe confermare che questa Task Force ha finanziato la realizzazione da parte dell’ UNHCR nel Kurdistan Iracheno di un centro per la assistenza ai malati di talassemia. Tale centro è stato già realizzato e consegnato, assieme alle attrezzature richieste, alle autorità sanitarie Kurde.

 

Per quanto riguarda l’apposizione di una targa, siamo senz’altro pronti a veicolare tale richiesta alle autorità kurde

La ringrazio intanto per l’impegno da Voi profuso a favore del Kurdistan iracheno e Le sarò in  grato di voler cortesemente estendere anche ai volontari che hanno contribuito alla definizione del lay- out del centro il nostro apprezzamento e comunicare che il centro finanziato dalla cooperazione italiana è stato già donato alle autorità locali.

 

Con i migliori saluti.

 Alessandro Gaudiano

Mail pervenutaci il giorno 31/03/2015 dal Dr. Giovanni Luigi Grandi – Task Force Iraq

 

Gentile Dottoressa,

 

Sono Grandi della Task Force Iraq e volevo confermarle che dai progetti esecutivi che lei ci ha inviato sono lieto di comunicarle che il centro è stato realizzato ad Hamdanyia e gia consegnato alle autorità sanitarie Curde. Come indicato dal Ministro Gaudiano sarà nostra premura veicolare la richiesta di apporre una targa con il logo della vostra associazione .In tal proposito le sarei grato se potesse farmi pervenire lo stesso affinché si possa dare indicazioni di procedere in tal senso.

Restando in attesa di un suo cortese riscontro

Porgo i miei più cordiali saluti

Giovanni Luigi Grandi

 

Progetto (1.071kB - PDF)
 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse