Ranalli, "Grazie ai Volontari di Protezione Civile per l'incredibile prova di umanità" - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Comunicazione e... - Comunicati stampa - Anno 2015 - Dicembre 2015 - Ranalli, "Grazie ai Volontari di Protezione Civile per l'incredibile prova di umanità"  

Ranalli, "Grazie ai Volontari di Protezione Civile per l'incredibile prova di umanità"

Un-momento-delle-ricerche-a-Casola-Valsenio

Il sindaco di Lugo Davide Ranalli, a nome di tutta l'Amministrazione comunale, ringrazia i volontari dei gruppi lughesi di Protezione civile VAB - Vigilanza antincendi boschivi e Le Aquile - Unità cinofile da soccorso, che hanno partecipato alle ricerche del casolano Ludovico Poli, nel giorno di Natale.

 

"Questi volontari hanno dimostrato un altruismo e un senso civico straordinari - ha dichiarato Davide Ranalli -. Hanno rinunciato a passare il Natale con le proprie famiglie per dedicarsi alla ricerca di una persona scomparsa. Hanno trascorso l'intera giornata all'aperto, al freddo, con un solo obiettivo: quello di aiutare il prossimo. Dispiace enormemente che la storia non si sia conclusa a lieto fine, ma questo non toglie nulla alla prova di umanità che questi volontari hanno dato. Vi ringrazio a nome di tutta la comunità poiché le persone come voi sono l'esempio che conduce a una società migliore".

 

L'allarme per la scomparsa di Ludovico Poli era stato lanciato nel pomeriggio del 24 dicembre. Alla fine è stato purtroppo ritrovato senza vita vicino al fiume Senio. Secondo le prime ipotesi l’uomo, casolano di 77 anni, sembra soffrisse di malattie attinenti alla sua età e potrebbe aver perso l’orientamento o aver avuto un malore.

 

Le ricerche hanno messo in campo 16 volontari di Protezione civile appartenenti alle associazioni Le Aquile - Unità cinofile da soccorso Ravennate, VAB - Vigilanza antincendi boschivi e Le Aquile Unità cinofile da soccorso Forlì-Cesena e si sono protratte attorno al paese collinare e lungo le aste dei fiumi dalle 8 alle 16 del 25 dicembre 2015, fino a quando è stato ritrovato il corpo.

 

L’allarme è scattato quando l’anziano, che viveva solo nella sua abitazione in paese, non si è presentato a mezzogiorno di giovedì dove normalmente consumava il pasto. Sono stati allertati i carabinieri di Casola Valsenio che hanno avviato le ricerche alla quale nella primissima mattinata del giorno di Natale, si sono aggiunti i volontari della Protezione civile; sul posto anche i Vigili del fuoco (con i sommozzatori arrivati da Bologna).

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse