Cent'anni dalla Grande Guerra, la città commemora l'anniversario con oltre venti iniziative - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Comunicazione e... - Comunicati stampa - Anno 2015 - Gennaio 2015 - Cent'anni dalla Grande Guerra, la città commemora l'anniversario con oltre venti iniziative  

Cent'anni dalla Grande Guerra, la città commemora l'anniversario con oltre venti iniziative

Comitato-Grande-Guerra

 

Cent’anni: tanto è passato dallo scoppio della Grande Guerra, e Lugo si prepara a commemorare questo importante anniversario con un ricco calendario di appuntamenti che si svilupperà su tutti i mesi dell’anno.

 

Presentazioni di libri, conferenze, spettacoli, mostre e iniziative didattiche caratterizzeranno le commemorazioni, con al centro ovviamente l’asso dell’aviazione Francesco Baracca e il Cavallino rampante. Il via ufficiale alle celebrazioni sarà lunedì 26 gennaio , alle 21 alla sala conferenze dell’hotel Ala d’oro, con Gian Enrico Rusconi che presenterà il suo libro 1914. Attacco a Occidente .

 

Il calendario degli appuntamenti è stato presentato questa mattina al Salone Estense della Rocca, alla presenza del sindaco Davide Ranalli, dell’assessore alla Cultura Anna Giulia Gallegati, del direttore del Museo Baracca Daniele Serafini e di alcuni componenti del comitato di coordinamento per le commemorazioni del centenario.

 

È sulla figura di Baracca che si prefigurano le più importanti novità per la città; il 23 maggio infatti riaprirà la sede museale nella casa natale dell’aviatore, dopo gli importanti interventi di risanamento strutturale effettuati in questi mesi: per l’occasione sarà condotta una visita guidata al nuovo allestimento. Ma c’è dell’altro: il Museo Baracca entrerà a far parte della rete museale dell’Aeronautica Militare Italiana, acquisendo grazie a questo riconoscimento ulteriore prestigio a livello nazionale e non solo.

 

“L’evento che tutta la città attende è la riapertura del rinnovato Museo Baracca nella sua sede storica - ha sottolineato il sindaco Davide Ranalli -; per l’inaugurazione abbiamo invitato il ministro della Cultura Dario Franceschini, poiché questo evento non interessa solo il nostro territorio, ma stiamo parlando di un aspetto culturale che riguarda tutta l’Italia. Sarà presente anche il capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare Italiana, il generale di squadra Pasquale Preziosa. Il 2015 non sarà però solo questo: ogni mese a partire da lunedì prossimo ci saranno più eventi dedicati alla commemorazione del centenario della Prima guerra mondiale. Vorremmo che questo percorso non si esaurisse in un anno, ma in un progetto di più ampio respiro che abbraccia l’intero triennio che ripercorre, a cento anni di distanza, le vicende della Grande guerra. Il Comune sarà il coordinatore di un tavolo di lavoro permanente e aperto a tutte le associazioni del territorio: abbiamo una ‘panchina lunga’ per questa grande partita, aperta a chiunque vorrà contribuire. Siamo stati candidati a coordinare gli eventi a livello perlomeno romagnolo: questo dimostra non solo la capacità organizzativa di questo territorio, ma anche le profonde radici che ci legano a queste vicende storiche”.

 

“Abbiamo cercato di coordinare tutti gli appuntamenti, senza sovrapposizioni, per allargare la platea degli attori coinvolti nell'organizzazione degli eventi legati al centenario, in modo che la città e il territorio circostante ne siano protagonisti - ha commentato l’assessore alla Cultura Anna Giulia Gallegati -. Siamo tutti orgogliosi del risultato, perché Lugo si presenta preparata a una ricorrenza fondamentale per la nostra storia e credo che il beneficio culturale che noi tutti potremo trarre si depositerà ben oltre la scadenza temporale di questo importante anno”.

 

“L'aviazione rimane uno dei punti forti del nostro programma, tanto più che Lugo vanta una forte tradizione legata al volo che, oltre a Baracca, ha visto come protagonista anche Giuseppe Miraglia, comandante della base idrovolanti di Venezia al quale d'Annunzio, dopo la morte, dedicò il Notturno, uno dei suoi libri più riusciti - ha ricordato il direttore del Museo Baracca, Daniele Serafini -. Una tradizione che questa città ha custodito e promosso nel corso dei decenni, avviando contatti, collaborazioni, scambi di buone pratiche, sia in ambito nazionale che internazionale. Ne sono conferma il recente accordo sottoscritto con l'Aeronautica Militare Italiana per promuovere la conoscenza, la divulgazione e la diffusione della cultura storica e tecnico-aeronautica, così come il protocollo d'intesa firmato con l'Istituto per i Beni culturali della Regione Emilia-Romagna e col Museo Caproni di Trento per forme congiunte di promozione di eventi ed eventuale prestito di materiali”.

 

La Grande Guerra non è solo aviazione; è stata un evento tragico della modernità, di cui di cui saranno approfonditi alcuni aspetti con un calendario articolato, che copre numerose aree tematiche. Ad aprile (il giorno è ancora da definire, ndr ) sarà presentato il catalogo scaturito dalla doppia mostra dello scorso anno allestita a Lugo e a Bologna “Cartoline della Grande Guerra” del prestigioso Fondo Baldini, finanziato dall'Istituto per i Beni culturali (Ibc) della Regione.

 

Il calendario delle commemorazioni per il centenario della Prima guerra mondiale è organizzato e coordinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lugo.

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse