Finanziato il progetto per migliorare la sicurezza sulla circonvallazione - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Notizie - Finanziato il progetto per migliorare la sicurezza sulla circonvallazione  

Finanziato il progetto per migliorare la sicurezza sulla circonvallazione

La circonvallazione di Lugo sarà più sicura: nel 2014 infatti arriveranno tre nuove rotatorie e due adeguamenti funzionali , interventi previsti dal “progetto di innalzamento del livello di sicurezza della circolazione stradale del circondario di Lugo”. Il costo complessivo del progetto, attualmente in fase preliminare, sarà di 600mila euro, cofinanziati al 50% dalla Regione Emilia Romagna. Salvo imprevisti, i lavori saranno appaltati entro il primo semestre del prossimo anno.

 

“Questa è la prima concretizzazione del nuovo Piano Generale del Traffico  - ha dichiarato il sindaco di Lugo Raffaele Cortesi  -. Si tratta di un importante intervento che contribuirà notevolmente a migliorare la sicurezza del centro urbano, razionalizzando al contempo i flussi di traffico”.

 

Le nuove rotonde saranno poste nelle intersezioni tra via Circondario ponente e via Paurosa, tra via Circondario ponente e viale Bertacchi e tra via Foro boario e via Brignani; gli adeguamenti funzionali interesseranno i percorsi ciclopedonali e le aree di accesso e sosta della stazione ferroviaria e dell’autostazione delle corriere.

 

In particolare, le rotatorie avranno la funzione di fluidificare il traffico , riducendo i tempi di attesa rispetto ai semafori, e quindi riducendo l’inquinamento atmosferico e acustico . Inoltre, le rotonde eliminano la svolta a sinistra presente nei classici incroci a raso, riducendo il rischio di incidenti.

 

Gli interventi sul circondario rientrano nel Piano generale del traffico urbano, che si pone l’obiettivo di razionalizzare e migliorare l’accessibilità al centro storico, incentivando le modalità di trasporto a minore impatto ambientale. In particolare, il PGTU propone di razionalizzare l’accessibilità con l’auto privata, privilegiando la domanda di sosta a rotazione rispetto a quella pendolare, senza però penalizzare quest’ultima, attraverso l’ampliamento della politica di regolamentazione dei parcheggi del centro già intrapresa dall’amministrazione comunale, e la individuazione di parcheggi di attestamento a distanza pedonale dal centro; inoltre, di rendere in prospettiva più competitivo il trasporto pubblico, incoraggiandone l’utilizzo integrato con il trasporto, e di rendere sempre più competitiva la mobilità ciclabile per gli spostamenti urbani.

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse