Iniziano le indagini e gli approfondimenti locali per il rischio di liquefazione dei terreni - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Notizie - Iniziano le indagini e gli approfondimenti locali per il rischio di liquefazione dei terreni  

Iniziano le indagini e gli approfondimenti locali per il rischio di liquefazione dei terreni

Da domani partiranno le attività di indagine relative alla microzonazione sismica atte ad acquisire elementi conoscitivi sulle caratteristiche geofisiche dei terreni nei territori dell'Unione  al fine di individuare con maggiore precisione le eventuali aree di maggior rischio di liquefazione.

 

Le indagini partiranno mercoledì 15 ottobre a Lugo, Fusignano e Alfonsine  e consisteranno in una Prova Penetrometrica Statica con Piezocono  (di tipo CPTU) in sito di ognuno di questi comuni. Le rilevazioni (che avverranno in suolo pubblico) consistono in una perforazione del suolo avente diametro variabile compreso fra 4 ai 15 centimetri, con una profondità di indagine massimi dai 30 ai 50 metri.

 

indagini-terreni

 

Successivamente si procederà utilizzando lo stesso foro ad una indagine di tipo down-hole grazie all'utilizzo di sensori che misurano i microtremori attraverso un apparecchio simile ad una scatola da scarpe.

 

Contestualmente verranno effettuati 5 sondaggi con estrazione di campioni e successive analisi di laboratorio per ogni foro.

 

Nei Comuni dell'Unione sono previsti complessivamente 170 rilievi. A partire indicativamente dall'ultima settimana di ottobre le rilevazioni (con o senza trivellazioni) verranno effettuate anche in aree private.

Sarà cura di ogni singola amministrazione per tramite del proprio ufficio avvisare preventivamente e per tempo i proprietari.
Data l'importanza dell'intervento, che riguarda la sicurezza collettiva, si richiede la massima collaborazione di tutta la cittadinanza.

 

Il calendario delle indagini è oggi in via di definizione, sarà disponibile a giorni.

 

Contestualmente all'inizio delle attività di rilevazione geofisica denominata “Microzonazione sismica di III livello – Approfondimenti lo staff del raggruppamento del raggruppamenti temporaneo di professionisti (capogruppo Geologo Alessandro Merli) incarica si occuperà anche dell'Analisi della Condizione Limite per l'Emergenza (Cosiddetta analisi di Clé) degli insediamenti urbani della Bassa Romagna.

 

La Condizione Limite per l’Emergenza dell’insediamento urbano è definita come quella 'condizione al cui superamento, a seguito del manifestarsi dell’evento sismico, pur in concomitanza con il verificarsi di danni fisici e funzionali tali da condurre all’interruzione delle quasi totalità delle funzioni urbane presenti, compresa la residenza, l’insediamento urbano conserva comunque, nel suo complesso, l’operatività della maggior parte delle funzioni strategiche per l’emergenza, la loro accessibilità e connessione con il contesto territoriale'.
L’analisi comporta:
a) l’individuazione degli edifici e delle aree che garantiscono le funzioni strategiche per l’emergenza;
b) l’individuazione delle infrastrutture di accessibilità e di connessione con il contesto territoriale, degli edifici e delle aree di cui al punto a) e gli eventuali elementi critici;
c) l’individuazione degli aggregati strutturali e delle singole unità strutturali che possono interferire con le infrastrutture di accessibilità e di connessione con il contesto territoriale.

 

Sono attualmente state completate le prime cartografie di impianto, a questa fase succederanno le rilevazioni sul territorio effettuate da operatori  dell'aggiudicatario: esse non comporteranno ne richiederanno l'accesso a proprietà private.

 

Per informazioni
Per ulteriori informazioni contattare il Servizio Sismica dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna  tel. 0545/38301-2

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse