Regolamento per la concessione di patrocini, collaborazioni e contributi (Del. C.C. n. 14/24.02.2000) - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Statuto e Regol... - Regolamenti Com... - Eventi, manifes... - Regolamento per la concessione di patrocini, collaborazioni e contributi (Del. C.C. n. 14/24.02.2000)  

Regolamento per la concessione di patrocini, collaborazioni e contributi (Del. C.C. n. 14/24.02.2000)

Deliberazione di Consiglio Comunale N. 14 del 24/02/2000

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

ARTICOLO - 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO

  1. Il presente Regolamento è adottato in esecuzione dell'art.12 della legge 7 agosto 1990 n. 241 e dell'art. 32 dello Statuto del Comune di Lugo.
  2. Esso regolamenta la concessione di patrocini, collaborazioni e contributi a persone, Associazioni ed Enti pubblici e privati, al fine di incentivare lo svolgimento di attività e la realizzazione di iniziative volte allo sviluppo della Comunità locale, nell'ambito dei principi della Carta Costituzionale e tenendo conto delle vigenti disposizioni di legge nazionale e regionale.
  3. Esso determina inoltre criteri e modalità per la redazione dell'Albo Comunale delle forme associative istituito dall'art. 32 dello Statuto del Comune di Lugo.

ARTICOLO - 2 -TIPOLOGIE DI INTERVENTO

  1. Le tipologie di intervento da parte dell'Amministrazione comunale si concretizzano in:
    - Concessione del patrocinio, che consiste nel sostegno del Comune ad iniziative da parte di organismi pubblici e privati di cui si accolgano la progettazione e l'organizzazione nella veste presentata.
    - Concessione della collaborazione, che consiste nella realizzazione di un piano comune da parte di un organismo pubblico o privato e dell'Amministrazione Comunale che interviene con l'apporto di propri uffici e servizi, sia in termini di idee che di mezzi per la realizzazione delle iniziative individuate.
    - Concessione di un contributo monetario ad iniziative di organismi pubblici e privati di cui si accolgano la progettazione e l'organizzazione nella veste presentata.
  2. I patrocini, le collaborazioni ed i contributi riguardano le seguenti aree di intervento, meglio specificate negli articoli 3, 4, 5, 6, 7, 8:
    a) attività culturali;
    b) attività connesse all'istruzione;
    c) attività sportive e ricreative nel tempo libero;
    d) attività economiche;
    e) attività sociali ed assistenziali;
    f) attività rivolte alla tutela e alla conoscenza dei valori ambientali.

ARTICOLO - 3 -ATTIVITA' CULTURALI

  1. I patrocini, le collaborazioni ed i contributi del Comune per le attività culturali sono finalizzati principalmente:
    a) a sostegno delle attività ed iniziative culturali ed educative, che si svolgono nell'ambito del territorio comunale;
    b) a sostegno delle attività ed iniziative teatrali, cinematografiche, di immagine e musicali, che si svolgono nell'ambito del territorio comunale;
    c) a sostegno delle attività ed iniziative di organizzazione nell'ambito del territorio comunale di convegni, mostre, rassegne, esposizioni, concerti, aventi finalità culturali e artistiche che costituiscono rilevante interesse per la comunità locale;
    d) a sostegno di progetti finalizzati ad incentivare l'utilizzo di strutture e spazi culturali esistenti e funzionanti, ma sottoutilizzati e ubicati nell'ambito del territorio comunale;
    e) a sostegno di progetti relativi alla produzione, documentazione e diffusione della cultura nell'ambito del territorio comunale a mezzo di volumi, audiovisivi, compact disc e altri sistemi;
    f) a sostegno delle attività ed iniziative di valorizzazione e delle opere d'arte, dei valori monumentali, storici e tradizionali, delle biblioteche, pinacoteche, musei, delle tradizioni storiche, sociali e culturali che costituiscono il patrimonio della comunità locale;
    g) a sostegno delle attività ed iniziative di promozione di scambi di conoscenze culturali ed educative, fra i giovani della comunità del Comune di Lugo e quelli di altre comunità nazionali ed internazionali.

ARTICOLO - 4 -ATTIVITA' CONNESSE ALL'ISTRUZIONE

  1. I patrocini, le collaborazioni ed i contributi del Comune per le attività connesse all'istruzione sono finalizzati principalmente:
    a) a sostegno di attività ed iniziative di qualificazione scolastica, volte a stimolare e migliorare la capacità progettuale della scuola, di orientamento scolastico e professionale, di alternanza scuola-lavoro e quelle connesse all'integrazione con il settore della Formazione Professionale;
    b) a sostegno di attività ed iniziative per la realizzazione di convegni, seminari, stages e più in generale momenti assembleari per uno sviluppo e crescita della qualità dello studio;
    c) a sostegno delle iniziative per favorire il DIRITTO ALLO STUDIO (mensa, trasporto, testi scolastici, materiale didattico, strumentazione speciale).

ARTICOLO - 5 -ATTIVITA' SPORTIVE E RICREATIVE NEL TEMPO LIBERO

  1. I patrocini, le collaborazioni ed i contributi del Comune per le attività sportive e ricreative del tempo libero sono finalizzati principalmente:
    a) a sostegno delle attività ed iniziative sportivo-amatoriali e delle attività fisico-motorie e ricreative del tempo libero;
    b) a sostegno delle attività ed iniziative di formazione educativa e sportiva dei giovani (Giochi della Gioventù, campionati studenteschi, ecc.);
    c) a sostegno delle attività competitive di incremento della pratica dello sport dilettantistico;
    d) a sostegno dell'associazionismo dello sport dilettantistico;
    e) a sostegno dell'associazionismo ricreativo del tempo libero;
    f) a sostegno delle attività ed iniziative sportive riservate ai portatori di handicap;
    g) a sostegno delle attività fisico-motorie e ricreative riservate a persone anziane;
    h) a sostegno delle attività ed iniziative di formazione sportiva di operatori, dirigenti e tecnici;
    i) a sostegno delle attività ed iniziative sportive professioniste quando le stesse possono concorrere alla promozione della pratica sportiva, al prestigio ed all'immagine della comunità del territorio comunale;
    l) a sostegno degli Enti di promozione sportiva che dispongono di una concreta struttura operante nel territorio comunale.
  2. Ai soggetti che svolgono attività ed iniziative sportive professionali possono essere concesse agevolazioni per l'uso di impianti e strutture sportive di proprietà comunale.
  3. L'uso degli impianti e delle strutture sportive è regolato da una apposita convenzione che prevede la responsabilità dei soggetti utilizzatori per l'uso e gli oneri di manutenzione e conservazione delle attrezzature a carico degli stessi.

ARTICOLO - 6 -ATTIVITA' ECONOMICHE

  1. I patrocini, le collaborazioni ed i contributi del Comune per le attività ed iniziative economiche sono finalizzati principalmente:
    a) a sostegno di interventi, investimenti finanziari, servizi per la qualificazione e lo sviluppo delle attività economiche;
    b) a sostegno dell'accesso al credito;
    c) a sostegno delle attività ed iniziative economiche di organizzazione nell'ambito comunale, di fiere, mostre, esposizioni, rassegne che hanno come finalità la promozione e la pubblicizzazione dei prodotti e delle produzioni tipiche locali, dell'artigianato, dell'agricoltura e dell'industria;
    d) a sostegno delle attività ed iniziative economiche che si svolgono nell'ambito del territorio comunale aventi come finalità l'incremento dei flussi turistici;
    e) a sostegno delle iniziative di promozione di scambi e conoscenze delle attività economiche delle imprese che operano nell'ambito del territorio comunale e quelle di imprese nazionali o straniere;
    f) a sostegno di iniziative che si svolgono nell'ambito del territorio comunale aventi come finalità la diffusione del turismo sociale;
    g) a sostegno di iniziative di realizzazione di opere e attrezzature ricettive per il turismo giovanile, ostelli, campeggi e simili.
  2. L'Amministrazione comunale per sostenere l'accesso al credito delle imprese concede contributi alle Cooperative o società finanziarie di Garanzia, mediante la stipulazione di apposite convenzioni che regolano i rapporti e le modalità di utilizzo degli incentivi.

ARTICOLO - 7 -ATTIVITA' SOCIALI ED ASSISTENZIALI

  1. I patrocini, le collaborazioni ed i contributi del Comune per le attività sociali ed assistenziali sono finalizzati principalmente:
    a) a sostenere iniziative ed attività contro l'emarginazione e le discriminazioni di ogni genere;
    b) al sostegno, inserimento sociale e assistenza dei cittadini disabili;
    c) alla prevenzione ed al recupero delle tossicodipendenze;
    d) a sostegno di iniziative ed attività di educazione e prevenzione sanitaria;
    e) alla valorizzazione dei progetti promossi dalle forme organizzate del volontariato;
    f) al sostegno delle attività e delle iniziative rivolte a persone anziane.

ARTICOLO - 8 -ATTIVITA' RIVOLTE ALLA TUTELA ED ALLA CONOSCENZA DEI VALORI AMBIENTALI

  1. I patrocini, le collaborazioni ed i contributi del Comune per le attività rivolte alla tutela e alla conoscenza dei valori ambientali sono finalizzati principalmente:
    a) a sostegno delle iniziative per promuovere nei cittadini la conoscenza, il rispetto e la salvaguardia dei valori naturali ed ambientali;
    b) a sostegno delle iniziative di educazione ambientale;
    c) a sostegno delle iniziative di documentazione e informazione sulle risorse naturali, sulla protezione, conservazione e valorizzazione dei beni ambientali;
    d) a sostegno di iniziative di recupero e ripristino di ambiti naturali promosse da Associazioni del volontariato e ambientaliste.

TITOLO II - MODALITA' DI CONCESSIONE DEI PATROCINI, COLLABORAZIONI E CONTRIBUTI

ARTICOLO - 9 -SOGGETTI BENEFICIARI

  1. I patrocini, le collaborazioni ed i contributi sono concessi a:
    a) Consorzi di Enti Locali operanti nel territorio comunale od altro Ente pubblico sovracomunale quando effettui iniziative ed interventi nell'interesse della comunità lughese;
    b) Enti pubblici e privati, Associazioni iscritte all'Albo Comunale delle forme associative previsto dall'art. 32 dello Statuto Comunale, istituzioni e fondazioni, organismi scolastici, scuole statali e non statali, centri di formazione professionali pubblici e privati, comitati e privati che svolgono attività ed iniziative a favore della comunità locale.

ARTICOLO - 10 -MODALITA' DI CONCESSIONE DEI PATROCINI

  1. Le richieste di patrocinio vanno presentate al Sindaco corredate da una relazione illustrativa dell'iniziativa che ne evidenzi la rilevanza e la corrispondenza dell'attività alle finalità di cui agli artt. 3, 4, 5, 6, 7, 8 del presente Regolamento.
  2. Il materiale informativo relativo all'iniziativa deve riportare la dicitura "Con il Patrocinio del Comune di Lugo".

ARTICOLO - 11 -MODALITA' DI CONCESSIONE DELLE COLLABORAZIONI

  1. Le richieste di collaborazione vanno presentate al Sindaco corredate da una relazione illustrativa dell'iniziativa che ne evidenzi la rilevanza e la corrispondenza dell'attività alle finalità di cui agli artt. 3, 4, 5, 6, 7, 8 del presente Regolamento.
  2. Qualora la richiesta riguardi anche la concessione di servizi o agevolazioni (impiego di attrezzature e di personale comunale, stampa di materiali, uso gratuito di spazi pubblici) l'istanza deve essere accompagnata anche da un prospetto dei costi previsti e degli eventuali ricavi, dall'indicazione dell'intervento economico del richiedente e dall'indicazione dei contributi, servizi o agevolazioni eventualmente richiesti ad altri Enti.
  3. Il materiale informativo relativo all'iniziativa deve riportare la dicitura "In collaborazione con il Comune di Lugo"

ARTICOLO - 12 - MODALITA' DI CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI

  1. Le richieste di contributo vanno presentate al Sindaco corredate da una relazione illustrativa dell'iniziativa che ne evidenzi la rilevanza e la corrispondenza dell'attività alle finalità di cui agli artt. 3, 4, 5, 6, 7, 8 del presente Regolamento, nonchè dal preventivo delle spese e degli eventuali ricavi.
  2. I contributi sono concessi nella misura massima del 50% della spesa, con un limite massimo di L. 40.000.000.
  3. L'erogazione del contributo al soggetto beneficiario viene effettuata dal Dirigente competente, previo accertamento dell’avvenuta realizzazione dell'attività o dell'iniziativa e sulla base di presentazione da parte del soggetto beneficiario del rendiconto sommario della spesa e dell'eventuale ricavo per lo svolgimento dell’attività o dell’iniziativa stessa . Il materiale informativo relativo all'iniziativa deve riportare la dicitura "Con il contributo del Comune di Lugo".

ARTICOLO - 13 - COMPETENZE PER LA CONCESSIONE DEI PATROCINI, COLLABORAZIONI E CONTRIBUTI

  1. La Giunta Comunale annualmente, dopo l’approvazione del bilancio di previsione che già contiene le priorità degli interventi, tenendo conto del Regolamento, adotta un atto deliberativo con gli indirizzi e i criteri del sostegno alle Associazioni ( contributi , servizi o agevolazioni ) e definisce le disponibilità finanziarie : cioè definisce quali sezioni tematiche vanno sostenute (cultura, istruzione, ambiente, sport, assistenza, economia) come pure quali attività all’interno di ogni sezione vanno privilegiate ed individua per ogni sezione tematica la disponibilità finanziaria sia per erogare contributi, sia per mettere a disposizione i servizi o le agevolazioni , cui il Dirigente competente deve attenersi.
  2. Il Dirigente competente previa istruttoria dei servizi interessati che provvedono anche a quantificare l’eventuale impegno gestionale ed economico a carico del Comune, sentito l’assessore al ramo, con proprio atto determina la concessione del patrocinio, eroga contributi annuali e mette a disposizione servizi o agevolazioni, purchè le Associazioni richiedenti siano iscritte all’Albo Comunale delle forme associative, nel rispetto dei criteri fissati dal Regolamento e annualmente dalla Giunta.
  3. La Giunta delibera solo la concessione di patrocini, collaborazioni e contributi ad Associazioni non iscritte all’Albo Comunale delle forme associative e/o per iniziative di carattere straordinario e non ricorrenti e di interesse della comunità locale.

ARTICOLO - 14- CONTRIBUTI NON PREVISTI DAL PRESENTE REGOLAMENTO

  1. Le disposizioni del presente Regolamento non si applicano alle sovvenzioni e ai contributi comunque denominati dovuti da leggi statali e regionali e/o previsti da atti costitutivi e da convenzioni.

TITOLO III - ALBO COMUNALE DELLE FORME ASSOCIATIVE

ARTICOLO - 15- ISTITUZIONE DELL'ALBO COMUNALE DELLE FORME ASSOCIATIVE

  1. E' istituito presso la Segreteria Generale del Comune l'Albo delle forme associative, di cui all'art. 32 dello Statuto; l'Albo deve essere distinto per tipologia di attività in cui operano le varie Associazioni: attività culturali, attività connesse all'istruzione, attività sportive e ricreative nel tempo libero, attività economiche, attività sociali ed assistenziali, attività rivolte alla tutela e alla conoscenza dei valori ambientali. Ai sensi dell' art. 3 della L. R. 7 marzo 1995, n. 10 non possono essere iscritti: i partiti; le associazioni sindacali, professionali e di categoria; le associazioni che hanno come finalità la tutela economica diretta degli associati; le associazioni che prevedono il trasferimento della qualità di associato.
  2. Per la prima formazione dell'Albo si provvede alla pubblicazione all'Albo Pretorio per 30 giorni e sui giornali locali di un avviso contenente l'annuncio della istituzione dell'Albo, le condizioni richieste per l'iscrizione e l'invito alle Associazioni interessate a presentare domanda di iscrizione entro un termine stabilito.
  3. Le Associazioni interessate devono presentare domanda utilizzando apposito modulo con il quale vengono dichiarate:
    a) la ragione sociale dell'Associazione ;
    b) l’indicazione delle finalità sociali e senza fine di lucro;
    c) le generalità del legale rappresentante;
    d) l'indicazione del domicilio legale;
    e)il carattere dell'attività svolta dalla Associazione (culturale, inerente l'istruzione, sportiva, economica, socio-assistenziale, di tutela ambientale);
    f)l'elenco dettagliato delle attività svolte nell’anno precedente nel territorio;
    g) il divieto di tutelare e promuovere in via prevalente gli interessi economici, politici, sindacali o di categoria dei soci e amministratori, dipendenti o soggetti facenti parte a qualunque titolo dell'organizzazione stessa, in applicazione, anche in sede comunale, di quanto previsto dall' art.3 L. R. 7 marzo 1995, n. 10.

    Alla domanda vanno allegati l'atto costitutivo e/o lo statuto delle Associazioni registrate a termini di legge.

  4. La formazione dell'Albo delle forme associative è effettuata dal Coordinatore Operativo entro 30 giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle domande, di cui al comma 2 del presente articolo. Il Coordinatore Operativo, sentiti i Dirigenti di Area e previa verifica della regolarità della documentazione prodotta, decide sull'accoglimento o sul rigetto dell'istanza di iscrizione all'Albo. L'iscrizione è effettuata per tipologia di attività. Dell'esito dell'esame è data comunicazione formale all'Associazione nei successivi 30 giorni.
  5. Saranno iscritte d'ufficio le Associazioni , operanti nelle aree disciplinate dal presente Regolamento, che siano iscritte all'Albo Regionale del Volontariato, nonche' quelle iscritte in ulteriori registri previsti da leggi regionali nell'ambito delle finalita' di cui al presente Regolamento.
  6. Le Associazioni iscritte all'Albo sono tenute a comunicare al Comune, entro trenta giorni, qualunque modificazione relativa alla natura giuridica e al tipo di attività svolta e a presentare la documentazione che sia conseguentemente richiesta.
  7. La revisione dell'Albo viene effettuata annualmente secondo le modalità del precedente comma 4); le richieste di nuova iscrizione saranno accolte dall’1 al 30 novembre di ogni anno previa pubblicazione di bando informativo. Le domande devono essere presentate secondo le modalità di cui al comma 3 e, se accolte, l'iscrizione decorre dal I gennaio dell'anno successivo a quello di presentazione.
  8. La cancellazione dall'Albo è disposta dal Coordinatore Operativo, sentiti i Dirigenti di Area, nei seguenti casi:
    1) cessazione attività;
    2) sopravvenuta mancanza di uno dei requisiti, di cui a precedenti commi, accertata in sede di revisione;
    3) omessi adempimenti ai sensi del precedente comma 6;
    4) su domanda dell'Associazione interessata.
  9. I provvedimenti del Coordinatore Operativo, inerenti la formazione e la revisione dell’Albo e le eventuali cancellazioni dall’Albo stesso, sono soggetti a pubblicazione per 30 giorni nell’Albo Pretorio .

TITOLO IV - DISPOSIZIONI FINALI

ARTICOLO - 16- DIRETTIVE DEL CONSIGLIO

  1. Il Consiglio Comunale può emanare direttive vincolanti per la Giunta, riguardanti l'esercizio delle funzioni previste dal presente Regolamento.

ARTICOLO - 17 - INFORMAZIONE-DOCUMENTAZIONE SUI CONTRIBUTI E BENEFICI CONCESSI

  1. Al fine di assicurare la massima trasparenza e conoscenza si provvede entro il 31 marzo di ogni anno alla redazione di un elenco dei contributi e benefici concessi nell'anno precedente.
 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse